Volti di scatto

Per un incontro e scontro con l’obiettivo il ritratto diventa la testimonianza dell’impronta che segna il cammino in cui occhi incontrarono altri occhi.
Nascono così nella brevità di attimi, che immortalano in un gioco dell’improvvisazione, ritratti che prendono vita e segnano lo scatto con sguardi ora assenti, ora attenti ma sempre penetranti nell’oscurità del forte contrasto e nel ricordo di chi ha scattato la foto.
Ogni scatto diventa, quindi, la storia e la traccia di un sentimento, di un’emozione o di un fugace stato d’animo di chi era presente, c’è stato e si è prestato al gioco, delicato e mai invadente, sempre volto alla ricerca di un’immagine sincera.

Elisabetta Denaro

vistipensati | photoblog

Odia Ade
Dove sono i miei occhi?
tragedia annunciata
Incomprensibile
il tempo di vita