troppo per

Sorrisi troppo spontanei
per pensare siano solo isole
movimenti troppo armonici
per immaginare siano solo ricordi
rabbia troppo nascosta
per credere davvero esista
mente troppo brillante
per restare dimenticata
sbiadita da un vile uomo
arroccato nel suo ruolo