tragedia annunciata

2017,Modica-Tragedia-annunciata

Qualche giorno fa scrivevo dell’inchiesta della rivista “Il Clandestino” del numero di dicembre 2011 in cui avevamo ipotizzato le forti piogge cosa provocherebbero nella città di Modica.

Camminando per le vie della città non potevo evitare, ancora una volta di sbattere il muso con la triste e amara realtà… quella che ho incontrato e guardato in faccia fin troppe volte.

Eppure una volta ancora rifletto guardando quest’immagine:

Non può piovere fango. Dal cielo cade sempre acqua. Il fango sta in terra. E sia l’acqua che la terra e il fango obbediscono a leggi della fisica quali la gravità.

Ma chiedervi di rispettare (almeno) queste poche leggi quando costruite case per poveracci è troppo.

Siete la razza peggiore, voi costruttori.

vistipensati | photoblog

Odia Ade
Dove sono i miei occhi?
Incomprensibile
il tempo di vita
il nuovo che avanza