evanescenze mentali

Mi sono convinto che a qualcosa servano questo fluire di colori, questo divenire di forme che in realtà non esistono e che l’apparecchio fotografico mi permette di ricreare.

Forse è solo una illusa pretesa di creazione, un tentativo per un attimo di essere il dio, il creatore delle mie visioni. Invano delle mie emozioni.

Forse…

Ma io ci credo. Io ci credo in me. Sì… Io credo che in me ci sia un povero illuso che crede in sé.


Astratti fotografici