Dove sono i miei occhi?

Mesi fa, quando mia figlia si lanciava nelle prime esplorazioni linguistico-spaziali in casa si è ritrovata nel corridoio al buio. In quel momento la sua vocina ha espresso un’innocentissima e smisuratamente profonda domanda.

“Dove sono i miei occhi?”

Quella frase è divenuta il mio mantra, il mio motore, questo ovviamente perché io l’ho riletta, reinterpretata e interiorizzata.

E quindi: dove sono i miei occhi? Ciascuno di noi sa benissimo dove siano situati, ma dov’è che abitano, quali sono gli spazi che cercano, quali le loro aspirazioni?

Dove sono i miei occhi? Sono davvero la via più breve per la mente o stanno nella pancia? Sono uno strumento della mente o sono vittima delle passioni del cuore? Sono parte della mente o delle pulsioni sessuali?

Dove sono i miei occhi?

ENG

Where are my eyes?

Some months ago, while my daughter threw herself in first early space and linguistic exploration at home she found herself in the dark of the hallway. In that moment her little voice expressed a such innocent and immeasurably deep question.

“Where are my eyes?

That question has become my mantra, my engine, of course because I have re-read, re-interpreted and internalized it.

So, where are my eyes? Everyone knows where are located, but where do they inhabit, which are the spaces they are looking for, what are their aspirations?

Where are my eyes? Are they really the shorter way for the mind or are in the belly? Are they a mind tool or victim of the heart’s passions? Are they part of the mind or of sexual impulses?

Where are my eyes?

 

2017, qbianco - dove sono i miei occhi

vistipensati | photoblog

Odia Ade
tragedia annunciata
Incomprensibile
il tempo di vita
il nuovo che avanza